IL BLOG DI Andrea Costa

Racconti

Quello che l’umanità intera ha dovuto affrontare è stato un inevitabile schianto, l’epilogo di una folle corsa alla ricerca del “tutto e subito”. Non voglio attribuire responsabilità né offrire ipotetiche spiegazioni, tantomeno soluzioni, che comunque sarebbero inarrivabili per me, ma ci si sta rialzando e questo è innegabile e non va ignorato. Nel periodo in cui tutto era fermo ho scritto una serie di racconti brevi cercando di tenerli legati fra di loro con un conflitto: la drammatica immobilità contrapposta alla naturale predisposizione dell’essere umano alla speranza. Il racconto “Mario” già pubblicato in questa mia pagina, è stato il primo che ho scelto. In tempo di ripartenza voglio condividere con tutti voi “La branda nel magazzino” un omaggio al sacrificio di tante attività commerciali, ma anche e soprattutto l’auspicio che queste possano presto risollevarsi. Buona ripartenza a tutti.
Andrea Costa Scrittore
Andrea Costa

"LA BRANDA NEL MAGAZZINO"

Ricordo il viso di mamma il giorno della mia partenza: scarno per la pena, innamorato e sofferente. Restò a fissarmi con il palmo sul finestrino. Quando la macchina si mosse, l’impronta calda della sua mano si spense. Si baciò la punta delle dita ancora fredde. A vederla così, stropicciata d’amore,…

"MARIO"

Alle sette di sera tutto è blu. L’aria, il paesaggio che scorre oltre il finestrino appannato, la strada verso l’aeroporto, sono blu. I volti della gente che torna a casa hanno la stessa tinta monocromatica della pelle immersa nell’acqua. Il contrasto con l’interno del taxi non potrebbe essere più netto.…